Itinerario per due giorni a Venezia!

venice2days1

Probabilmente la stragrande maggioranza dei viaggiatori pensano che Venezia sia una meta da poter esplorare in una giornata, proprio come fanno le navi da crociera. Ogni volta che ne parlo con qualcuno, ci tengo sempre a far capire che questa non è altro che un’illusione.

Per cominciare, le navi da crociera stanno facendo danni alla laguna di Venezia (e quindi la città stessa), quindi se si può evitare una crociera che ha Venezia come porto di scalo si sta già facendo alla città un grande servizio. Ma oltre a questo, la magia di Venezia è molto più difficile da provare quando si dispone di tempo molto limitato e quando non ci si sta spendendo la notte. I migliori momenti della giornata in città – senza dubbio – sono la mattina presto (prima che i gitanti arrivino) e la sera tardi (dopo che i gitanti vanno via).

Se si guida fino a Venezia (che non consiglio, tra l’altro), si ha una maggiore flessibilità per il poter arrivare presto e andare via tardi per una lunga gita di una giornata – ma se vi affidate ai mezzi pubblici, le opzioni non sono abbastanza per consentivi di godere della magia di Venezia. Quindi il mio consiglio è quello di trascorrere almeno una notte qui e di passare due giorni interi in città.

Day One a Venezia:
Sei appena arrivato in aereo  all’aeroporto Marco Polo di Venezia, ed è relativamente presto. Potrai raccogliere i bagagli e arrivare intontito all’uscita. Hai letto su come arrivare dall’aeroporto di Venezia a Venezia, e hai deciso quale metodo di trasporto è più senso per voi. Sei anche armato di tutte le informazioni necessarie sul vostro hotel o ostello, che vi ha detto che il vaporetto ferma più vicino alla loro porta di casa che il bus.

A Venezia, si arriva a vedere la città prima ancora di vedere il tuo hotel. Supponendo che hai abilmente scelto un metodo di trasporto di acqua, assicurati un posto da una finestra in modo da poter vedere Venezia comparire davanti ai tuoi occhi mentre ti fai strada attraverso la laguna per l’aeroporto. Se hai speso un po ‘su un taxi d’acqua, apprezzerete la possibilità di far sbucare la testa fuori dalla parte superiore della barca, così da poter veramente ottenere uno sguardo alle cose. Abbiate la macchina fotografica pronta. Ne avrete bisogno.

Quando si sta visitando Venezia, si potrebbe scoprire che le code per entrare nella Basilica di San Marco – non sono troppo lunghe quando si viaggia per contro proprio. Se questo è il caso, non saltate la possibilità di visitare questa straordinaria chiesa. E ‘la mia chiesa preferita (finora, almeno), e vale la pena di un’ora (se si visita tutte le mini-mostre all’interno della basilica,  per poi prendere la ripida scala fino al tetto dove si può guardare oltre la piazza) di visita.

Se sarete a Venezia durante l’alta stagione, si potrebbe pensare di prenotare in anticipo per entrare nella Basilica di San Marco . Si otterrà un grande risparmio di tempo, e basterà mostrare il vostro codice di prenotazione alla guardia di ingresso per saltare quella che potrebbe essere una coda piuttosto lungo.

Le altre attrazioni da visitare durante il primo giorno a Venezia sono il Palazzo Ducale (proprio accanto a San Marco, e vale la pena di pagare il biglietto, se non altro perché è l’unico modo per camminare sopra il famoso Ponte dei Sospiri) e il Campanile.

Secondo giorno a Venezia:

Se siete in giro abbastanza presto, potrete vedere i custodi della città spazzare  in Piazza San Marco, o i veneziani fanno la spesa di mattina nei pressi del Ponte di Rialto al mercato della città (alcuni dei quali sono in barche) . Sì, questa è una vera e propria città in cui le persone reali vivono, anche se il numero dei veneziani a Venezia declina drammaticamente ogni anno.

Nel mio modo di vedere, si hanno due opzioni principali per come trascorrere la seconda giornata a Venezia. Se ci sono altri luoghi (come il Museo Guggenheim o l’Accademia) che si desidera vedere,  trascorrere la vostra secondo giorno tanto come la prima.

D’altra parte, se ti senti irrequieto e vui vedere qualcosa di diverso, si può trascorrere una buona parte della giornata in escursione visitando le tre isole principali della laguna veneziana. Murano è famosa per la produzione di vetro, Burano è famosa per i merletti (ed le variopinte case), e il Torcello  è dove la città di Venezia ha avuto il suo inizio.

Murano è il più popolare dei tre, – e si potrebbe essere risucchiati in una delle manifestazione della soffiatura del vetro (non è affatto male, ma diffidare di persone che cercano di addescarvi in dimostrazioni gratuite). Burano è un po ‘meno affollata, e le sue case multicolore non potrebbero essere battute da qualsiasi casa per le bambole. Torcello  è la mia preferita delle tre, soprattutto per il suo isolamento e i mosaici stupefacenti nella sua vecchia cattedrale.

E se avete girato la città nel modo giusto , starete già cercando di capire quando sarà possibile tornare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *