Esplorare l’Italia: ecco come!

venezia-tourism-guide

Chiedi ad un intaliano in quale parte mondo desidererebbe vivere, e ci sono grandi probabilità che lui ti risponda: “proprio qui”. In effetti, la maggior parte delle persone – non solo gli italiani – hanno sempre parlato molto bene dell’Italia, quantomeno dal punto di vista del turismo, e ad essere onesti il paese ha davvero tutto: uno dei paesaggi più vari e belli in Europa; il più grande tesoro del mondo parlando d’arte (molti in mostra nella città che sono loro stesse delle opere d’arte, grazie ai loro imponenti edifici);

Il loro clima nel complesso molto bello; e, più importante di tutti per molti, una deliziosa e autentica cucina nazionale. Il paese non è perfetto – le sue città storiche sono state spesso sottovalutate e non curate nel modo giusto, e al di là dei luoghi turistici il clima è visibilmente teso- ma per i suoi luoghi da visitare, molti dei vecchi cliché sono ancora veri; Una volta che hai visitato l’Italia, non vorrai mai viaggiare in nessun altro luogo.

Italia potrebbe essere la meta turistica più celebre del mondo, ma è diventata  uno stato unitario solo nel 1861, e di conseguenza gli italiani  sentono spesso le more di una fedeltà alla loro regione rispetto che alla nazione nel suo insieme -cosa che si manifesta nelle sue diverse cucine, dialetti, paesaggi e variare del tenore di vita. Tuttavia, se vi è una sola caratteristica nazionale italiana, è quella di abbracciare la vita nella sua pienezza – dalle centinaia di feste locali che si svolgono in tutto il paese in un dato giorno per festeggiare un santo alle sagre locali; Dall’importanza attribuita al buon cibo; all’ossessione per i vestiti e l’immagine; fino al rituale quotidiano della passeggiata serale a piedi.

C’è anche un enorme patrimonio culturale del Paese: In Toscana i monumenti storici da soli costituiscono un patrimonio storico ed artistico più vasto di quello di qualsiasi altro paese del mondo; vi sono notevoli resti dell’impero romano in tutto il paese, in particolare a Roma stessa; e ogni regione mantiene le sue reliquie di una tradizione artistica generalmente riconosciuta tra le più ricche del mondo. Eppure, se tutto quello che vogliamo fare è rilassarci, non c’è motivo di non scegliere l’Italia in ogni caso. Ci sono un certo numero di posti dove rimanere a risposare in spiaggia, di luoghi appartati e meno affollati. E se siete alla ricerca di una vacanza attiva, non c’è posto migliore: le montagne corrono quasi tutta la lunghezza del paese – dalle Alpi e Dolomiti, nel nord-est lungo l’Appennino,  formano la spina dorsale della penisola; sci e altri sport invernali sono praticati avidamente; e la fauna selvatica di tutti i tipi prospera nei parchi nazionali del paese.

Cose da vedere:

Roma, capitale d’Italia e quella città del paese che non deve fedeltà né al nord né sud, è una straordinaria città abbastanza diversa da qualsiasi altra, e poi in termini di luoghi di interesse storico supera tutto il resto del mondo in qualche modo. E ‘il punto focale del Lazio, in parte una regione povera e talvolta desolata cui paesaggio è spesso accidentato, soprattutto a sud di Roma, in contrasto con la bellezza più curata delle regioni centrali.

La Liguria,  piccola provincia costiera , è stata a lungo conosciuta come la “Riviera italiana” ed è di conseguenza affollata da amanti del sole per gran parte dell’estate. Tuttavia, è un bellissimo tratto di costa, e la sua capitale, Genova, è una vibrante, vivace città portuale con una lunga tradizione marinara.

Verona, Padova e Vicenza, tutti centri di interesse di per sé, anche se piuttosto offuscati da loro illustre vicino di casa (Venezia). A sud, la regione Emilia-Romagna è stata al centro del boom industriale del dopoguerra in Italia e gode di un tenore di vita alla pari del Piemonte e della Lombardia, anche se è anche una roccaforte tradizionale della sinistra italiana. La sua costa è popolare tra gli italiani, e Rimini è la meta balneare trendy in Italia, rinomato per la sua vita notturna (Anche se piuttosto mediocre se messa a confronto con le spiagge del sud). Si può fare di meglio e ignorare le spiagge , però, concentrandosi sugli antichi centri di Ravenna, Ferrara, Parma e la capitale regionale di Bologna, una delle città più vivaci, più storiche ma meno apprezzate d’Italia – e tradizionalmente capitale gastronomica e accademica d’Italia .

Il Centro Italia rappresenta forse l’immagine più comunemente percepita del paese, e la Toscana, con il suo classico paesaggio collinare e le città d’arte di Firenze, Pisa e Siena, solo per citare le tre più note, è una delle regioni più visitate . La vicina Umbria è simile in tutto, ma non raggiunge i suoi numeri turistici, anche se diventa più affollata ogni anno, specialmente in città come Perugia, Spoleto e Assisi. Più a est ancora, per le Marche è andata allo stesso modo, con le vecchie case in pietra trasformate in case vacanza di proprietà straniera; i punti salienti della regione sono le antiche città di Urbino e Ascoli Piceno. A Sud delle Marche, le colline cominciano a trasformarsi in montagna nelle regioni gemelle di Abruzzo e Molise, una delle zone più remote d’Italia, incentrato su una delle vette più alte del paese – il Gran Sasso d’Italia.

Quello che viene generalmente definito “sud” inizia con la regione Campania. La sua capitale, Napoli, è una città unica ed indimenticabile, il cuore spirituale del sud italiano, e vicino ad alcuni dei migliori siti antichi d’Italia quali Pompei ed Ercolano, per non parlare del più spettacolare tratto di costa del paese intorno ad Amalfi, Capri ed Ischia. La Basilicata e La Calabria, che costituiscono il collo del piede e la punta dello stivale d’Italia, sono il territorio più difficile ma più gratificante, l’enfasi è meno concentrata sull’arte, più sul paesaggio e la gastronomia, le coste sono relativamente incontaminate.

La Puglia, il “tacco” d’Italia, ha decisamente sottovalutata , fin troppo, in particolare lo spettacolare paesaggio della sua penisola del Gargano, le qualità gastronomiche e sociali di una delle sue città principali, Bari, e le glorie barocche di Lecce nell’estremo sud. Il mare spettacolare del Salento e le tradizioni artistiche delle “città bianche” quali Otranto, Ostuni e Molfetta e Polignano fanno parte dello spettacolare paesaggio pugliese.

Per quanto riguarda la Sicilia, l’isola è davvero un posto speciale, con un ampio mix di attrazioni che vanno da alcune dei meglio conservati tesori ellenistici in Europa, a un paio delle località balneari più affascinanti d’Italia a Taormina e Cefalù, per non parlare di qualche splendido scenario. Venite a questo estremo sud e sarete più vicini all’Africa che a Milano, e si percepirà anche nel clima, l’architettura e la cucina, con couscous presenti in molti menu nella parte occidentale dell’isola. La Sardegna, purtroppo, si sente lontana dalla penisola italiana, in particolare al suo interno dove è relativamente sconosciuta, anche se si può essere spinti ad andare lì solo per oziare sulle sue spiagge, che sono tra le più immacolate d’Italia .

Visitare l’Italia può essere a volte molto costoso, persino per i residenti dell’Italia stessa, e questo ha spinto i viaggiatori a cercare sempre nuovi modi per visitare la propria patria risparmiando.

Approfitta subito di questo codice sconto smartbox e parti alla scoperta di questo meraviglioso paese!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *