5 errori che ogni turista commette in Italia

italy
  1. Dare la mancia in Italia.

Anche se regolarmente discusso, sostenuto e dibattuto, la verità è che non c’è bisogno di dare mance in Italia. Veramente. Lasciatemelo ripetere: non c’è bisogno di dare mance in Italia. Naturalmente la maggior parte dei lavoratori non si faranno scrupoli ad accettare la vostra mancia (soprattutto per i camerieri, per i quali è più frequente), ma non è strettamente necessario.

2. Supporre che si possano acquistare i biglietti per i trasporti pubblici direttamente sul bus / tram.

La maggior parte delle grandi città in Italia (Roma, Milano, Napoli, Firenze) richiedono di acquistare i biglietti del bus / tram prima di salire. E non solo questo, ma la maggior parte delle fermate degli autobus non avranno una macchina per i biglietti accanto alla fermata. Piuttosto, è necessario trovare un’edicola o un tabaccaio per acquistare i biglietti. Se hai intenzione di usare i mezzi pubblici di Domenica, acquista i biglietti il giorno prima – si risparmia un sacco di tempo non andando in cerca di un luogo aperto per acquistare i biglietti. E una volta sul bus / tram, assicurarsi di convalidare il biglietto – metterlo in una macchina in grado di stampare la data / ora utilizzata sul biglietto (in modo che non possa essere riutilizzato). Salva te stesso, è un bene!

3.Credere che la chiusura pomeridiana di un negozio sia solo una “siesta”.

Non è una “siesta” … i negozi sono o aperti o chiusi. Un malinteso è che tutti i negozi chiudano nel pomeriggio, ma in realtà dipende da dove ci si trova in Italia, e in quale periodo dell’anno. Soprattutto nei centri affollati della città, molti negozi dovrebbero rimanere aperti per tutto il pomeriggio, ma se lo fanno , non è una siesta. Non è la Spagna. E ‘appena chiuso. Come il mio amico Max mi ha ricordato, gli orari di apertura sono impostati a livello comunale, così gli orari di apertura variano da città a città.

4.Non rispettare gli orari dei pasti, soprattutto all’ora di pranzo.

La maggior parte dei ristoranti e bar hanno orari di apertura specifici, e chiuderanno nel pomeriggio – su questo ci si può contare su. Se si effettu unaa tarda colazione, e poi si va a visitare i musei all’ora di pranzo pranzo con la speranza di mangiare un boccone  alle 2 del pomeriggio o alle 03:00, si sta andando incontro ad una selezione molto limitata, compresi quei panini che sono stati fermi lì dalle 10 del mattino. Cercate di mangiare quando gli italiani mangiano – ora di pranzo è di solito 13-14 (alcuni cominciare fin dalle 12.30 a mangiare).  La cena è un po ‘diversa – il più a sud si va, il più tardi cominciano a mangiare. Una buona regola è una prenotazione per 20 / 20.30 (molti ristoranti non saranno aperti fino alle 19/19, 30)Se hai fame prima, perché non prendere un aperitivo prima di cena?
5. L’attesa di essere serviti con molta attenzione in un ristorante o negozio.

La cultura del “il Cliente comanda” , non è presente in Italia.

Così, sedetevi , essere paziente, e fermare il vostro cameriere quando avete bisogno di qualcosa, ma essere paziente nel sapere che stanno probabilmente lavorando molto duramente. La buona notizia è,  raramente ti verrà presentato il conto fino a quando non sarai tu a chiederlo. [Aggiornamento: qualcuno ha dissentitodicendo che mi sbaglio qui, e che servizio è veloce ed efficente in Italia. Non sto discutendo la velocità del servizio, ma piuttosto la quantità di attenzione che viene data al cliente che può essere abituato ad un altro livello di attenzione nell’esperienza culinaria. Credo che la qualità del servizio sia relativamente alta, e per di più gli italiani sono moolto gentili ed affabili di natura, ma ovviamente tutte queste sono solo opinioni personali]

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *